Anche Firenze ricorda Monicelli

Dopo l’omaggio del FilmFest di Udine domani, giovedì 7 aprile 2011, la Cineteca di Firenze dedica la consueta giornata mensile a Mario Monicelli, il padre della commedia all’italiana, proiettando quattro corti, o meglio quattro episodi appartenenti a film diventati veri e propri cult.

Si parte alle 20.00 con la proiezione di “Renzo e Luciana”, da “Boccaccio ’70” (1962), con Marisa Solinas, tratto dal racconto “L’avventura di due sposi” di Italo Calvino, che collaborò anche alla sceneggiatura. Seguirà “Autostop”, con Ornella Muti ed Eros Pagni, e “Pronto soccorso”, con Alberto Sordi: due episodi tratti da “I nuovi Mostri” (1977), che raccontano rispettivamente di una ragazza preoccupata delle avances dell’uomo che le ha dato un passaggio e di un seguace del Cardinale Lefebvre che cerca inutilmente un ospedale per un uomo vittima di un incidente. Poi “La bomba” con Eros Pagni, Camillo Milli e Carlo Croccolo, tratto da “Signore e signori, buonanotte”, del 1976, sull’imbarazzante autolesionismo delle forze dell’ordine.

Alle 21.30, poi, sarà proiettato il ocumentario “L’ultima Zingarata. Un funeralone da fargli pigliare un colpo!”, di Federico Micali e Yuri Parrettini (2010). Perla del film è l’intervista inedita a Mario Monicelli e il suo cameo come attore. Il regista della commedia italiana, nella sua ultima partecipazione a un progetto filmico, racconta, tra aneddoti e curiosità sullo sfondo di “Amici miei”, anche le origini delle cosiddette “zingarate” e delle “supercazzole”. Il documentario di Federico Micali e Yuri Parrettini immerge lo spettatore nella Firenze di “Amici Miei”. Il film sarà presentato dall’ideatore-produttore Francesco Conforti e prima della proiezione ci sarà una performance teatrale dell’attore Maurizio Lombardi dedicata ad “Amici miei”.

In chiusura di serata la proiezione di “Fata Armenia”, con Claudia Cardinale e Gastone Moschin (1966), episodio tratto da “Le fate” (1966), storia di un medico di base alle prese con una poco affidabile paziente.

Author

La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.