Cinquant’anni da Rolling Stones

Le nozze d’oro più riuscite della storia matrimoniale? Quelle dei Rolling Stones. Il segreto? Semplice: hanno sposato la musica.

Compie 50 anni oggi la band di Mick Jagger. Un traguardo longevo, se si considera che, in modo direttamente proporzionale al successo, questa favolosa carriera è stata costellata da altrettanti eccessi.

Il paradigma, in pratica, dell’immagine di band tutta “sesso droga e rock‘n’roll”.

Jagger, Keith Richards e Brian Jones tennero il loro primo concerto a Londra, al The Marquee Club, all’epoca specializzato in live jazz. Era il 12 luglio 1962 e pensare che tutto fu organizzato in fretta dai padroni del locale. I tre, assidui frequentatori del club assieme a Mick Ivory, poi entrato nei Kinks, furono chiamati a sostituire i Blues Inc. di Alexis Kramer, impegnati in una registrazione alla BBC. Un imprevisto d’oro, insomma.

E, a cinquant’anni esatti di distanza, gli Stones si sono fatti immortalare davanti al Marquee, a Londra. Oddio, non sono gli stessi, vista la scomparsa di Jones e il successivo ingresso in line-up di Ron Wood e Charlie Watts, ma l’emozione è sicuramente impagabile. Jagger e Richards, tra l’altro, pensano di bissare i festeggiamenti del cinquantennio il prossimo anno, per includervi anche i compagni d’avventure subentrati a carriera già avviata.

Intanto si moltiplicano le pubblicazioni a supporto di questo cinquantenario: esce oggi “Rolling Stones 50” (Rizzoli) con più di 700 immagini selezionate dai componenti del gruppo, accompagnate da testi e materiale riservato proveniente dagli archivi del Daily Mirror. Negli store on-line, invece, è già disponibile da giorni un mega-ebook “50 Years: The Rolling Stones – Views from the Inside, Views from the Outside” (TheEbookPeople), dal giornalista musicale Hanspeter Kuenzler: circa 2mila pagine e 150 immagini, alcune inedite e altre d’epoca, che raccontano la carriera della band suddividendola tra i primi e i secondi 25 anni. Ma non solo musica e storia, anche gossip: il 10 luglio, infatti, è uscito nelle librerie “Mick Jagger, gli eccessi, la pazzia, il genio” di Christopher Andersen (Sperling Kupfer), libro che contiene testimonianze di amici e di ex-fidanzate del leader dei Rolling Stones, tra sesso, rock’n roll e tanta droga, ma anche rivelazioni sulla sua bisessualità, presunti amori per Keith Richards e Dawid Bowie compresi, e sulla storia più recente con Carla Bruni.

Domani, infine, alla Somerset House di Londra sarà inaugurata la mostra fotografica «Rolling Stones 50», che ritrae Jagger, Richards, Watts e Wood in alcuni dei momenti più significativi del loro di successi. Il 12 luglio gli Stones si esibiranno al Marquee Club di Londra, il primo palco calcato esattamente cinquant’anni fa dal gruppo.

Come si dice in questi casi: “cento di questi giorni!”.

Author

La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.