I dieci minuti di Chiara

È estate e la voglia di serietà viene un pochino meno. Questo non vuol dire che bisogna fare cose stupide o proprio non far nulla. La voglia d’impegnarsi è proporzionale al caldo e quindi c’è voglia di freschezza e leggerezza. Almeno è quello che mi capita…
Di recente ho letto un libro, che purtroppo leggendolo tutto d’un fiato è durato poco. S’intitola Per dieci minuti, è un romanzo di Chiara Gamberale, edito da Feltrinelli.

Dieci minuti al giorno. Tutti i giorni. Per un mese. Dieci minuti per fare una cosa nuova, mai fatta prima. Dieci minuti fuori dai soliti schemi. Per smettere di avere paura. E tornare a vivere.

Letture estive

La copertina è adatta alla stagione: una donna su un’altalena in un cielo celeste e con il viso coperto da una nuvola.


Per dieci minuti narra la storia di Chiara, che grazie ad un gioco consigliato dalla psicologa cerca di comprendere se stessa per riuscire a reagire ad un periodo della sua vita in cui molte sue sicurezze o convinzioni erano improvvisamente cambiate.

Un marito che la lascia con una telefonata. Una nuova casa a Roma, lei abituata a vivere in un paesino di periferia. Una rubrica giornalistica passata alle mani di una partecipante del Grande Fratello.

Tutto per lei crolla. Un bel castello che piano piano si sgretola, ma grazie al metodo “Rudolf Steiner” qualcosa di insperato succede. Chiara, sperimenta per 10 minuti tutti i giorni per un mese intero, un’esperienza nuova, vive nuove sfide, osserva la vita con un desiderio di scoperta. Ci prova!
Lei che è incapace anche solo di fare un uovo, inizia a preparare dei dolci, cammina di spalle per la città, balla l’hip-hop, si appassiona di Harry Potter…

Tutto per gioco

E così, Chiara si mette in gioco: si dipinge le unghie con uno smalto un po’ più audace, festeggia la vigilia di Natale e così tante altre cose che non aveva mai fatto, soprattutto da sola.

Questo romanzo mi fa pensare che ogni tanto dovremmo fermarci e imparare a impiegare dieci minuti al giorno per noi stessi. Il cambiamento anche se a volte può sembrare terribile ed insormontabile, è spesso necessario e non così doloroso.
Per dieci minuti è un libro e una bellissima raccolta di suggerimenti per imparare ad eliminare la corazza di atteggiamenti convenzionali, a liberarci dai pregiudizi o dalle frasi che ci costruiamo addosso per giustificare le nostre difficoltà ed i limiti nel quotidiano.

È semplice: basta giocare per vivere più sereni e Chiara Gamberale ce lo racconta con profonda originalità.

Author

Arte, arte e ancora arte. Non posso farne a meno... Il mio motto è: "Meglio essere piccoli e vedere grande, che essere grandi e vedere piccolo!"