EMMA

 

A furia di vivere tra ‘’Second life’’ e dimensioni virtuali da i-pod e i-pad, smartphone, lavagnette e tavolette lucide e sfiorate dal touche screen si rischia di dimenticare la rigida e rilassante  realtà delle tavoletta del water, quella citata in una canzone da Elio e le storie tese o osannata da una accattivante pubblicità di qualche anno fa secondo la quale “gli amici si vedono nel momento del bisogno’’… A ricordarcelo lo spot  efficace e indovinato di una azienda francese ‘’ Le trefle’’ (il foglio) all’insegna del ‘’ With extra paper’’ (Con la carta extra) che ritiene indispensabile non rinunciare al piacere della carta e che nessun tablet o altro supporto virtuale può sostituire… Un paio di minuti per non perdere di vista la realtà multimediale e virtuale che è la regola di vita di ‘’ Monsieur  Tablet’’, pronto a ricordare a sua moglie Emma che si puo’ rinunciare ai memotak colorati,ai fogli di carta della stampante o del telefax, ai ‘’sudoku’’ della settimana enigmistica ma… E qui casca l’asino con l’ipertecnologico ‘’ Monsieur Tablet’’ che si ritrova in bagno e senza carta per pulirsi. Chiama la sua Emma che gli risponde in silenzio passandogli sotto la porta un tablet con l’immagine di un rotolo di carta igienica, come per dirgli : “…e ora pulisciti con questo, se sei capace !’’.  La rivincita,insomma, del reale e del pratico sul virtuale che non può arrivare a tutto. Brava Emma. Ma non esageriamo con l’offerta di carta  in commercio confezionata in tutte le fogge e odori (già) con il rischio di beccarsi una allergia o inevitabili fastidi. C’è davvero l’imbarazzo della scelta:  dalla  dozzinale carta crespa, ma meno irritante di quella ‘’vetrata’’ numero zero da falegnameria,  a quella ovattata  mono e multivelo, da quella profumata alla camomilla o alla capseina,fino a quella chilometrica decorata con i simboli delle quattro stagioni. Non mancano le personalizzazioni che esaltano l’intimità di certi momenti, tra sensualità e godurie triviali. All’accademia della  Fibre che, ricordiamo, servono a favorire la peristalsi intestinale, si tengono il ventre  per non perdere le prove di evacuazione. Medici gastroenterologici e internisti , erboristi e cultori della tradizione stanno rivedendo terapie e consigli per vivere con serenità problematiche e abitudini digestive. Per non dimenticare gli esperti in marketing e comunicazione che stanno testando l’abbinamento, a colazione, tra latte e rotoli di carta igienica o tra digestivi e igienic-paper (in inglese fa tendenza) nel segno delle produzioni naturali…Sconcezze? Mah, per gli umoristi , i masochisti e gli adepti della “compagnia della cachessia’’ un ultimo sforzo e ‘’ così sia!’’. Sono  i piaceri della vita che fanno tanto moto, srotolando la carta igienica mentre passa l’ultimo spot virtuale, con l’antico sottofondo dello sciaquone nel pitale.

Author

La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.