F052mag vi parla de “I racconti dei quartieri”

i racconti dei quartieri_in piazza

F052mag è stato alla presentazione dell’antologia I racconti dei quartieri, l’afflato collettivo che ha fermato su carta le voci provenienti dai quartieri della città incapsulandole in un libro.

La carta, quando ferma, libera. Libera voci, pensieri e nobilita spaccati che altrimenti andrebbero dissolti nel giorno dopo giorno. Per imparare a raccontare qualcosa di sé, oltre a guardarsi dentro, è fondamentale provare ad ascoltare.

Come nascono I racconti dei quartieri?

I racconti dei quartieri è l’antologia della seconda edizione del progetto Amabili Confini che nasce da un’idea di Francesco Mongiello ed è promosso dall’associazione Gigli & Gigliastri.

copertina_i racconti dei quartieri
Il progetto è stato un laboratorio itinerante che partendo da periferie urbane ed esistenziali (infatti ha convolto non solo i quartieri della città di Matera, anche migranti e detenuti) ha sviluppato un linguaggio trasversale da cui è sbocciata una narrazione fresca e corale.

Giunto alla seconda edizione, il progetto Amabili Confini è stato presentato il 14 dicembre presso la Biblioteca provinciale Tommaso Stigliani di Matera, un libro illustrato edito dalla Casa Editrice Giannatelli.

“Terra” è stato il tema del 2017

L’antologia raccoglie i dialoghi estivi tra cinque scrittori italiani (Donatella Di Pietrantonio, Elena Stancanelli, Elena Varvello, Gianni Biondillo e Viola Di Grado) e gli autori della città.

Ciò che ne è emerso ha rappresentato un formidabile momento in cui scrittori professionisti, docenti e studenti hanno fatto un lavoro di narrazione collettiva in cui, non gli scrittori sono stati protagonisti, bensì ostetriche e levatrici di racconti altrui: abitanti, studenti e appassionati i cui lavori sono stati commentati e letti insieme.

Nell’epoca del virtuale e dell’urlatoio cibernetico è accaduto che il quartiere, spesso percepito come paradigma del non-luogo, di cemento e sradicamento, si è animato divenendo catalizzatore di voci assumendo una identità propria, diffusa e originale. Con il proprio enorme valore di autenticità e spontaneità.

Tutto ciò nasce quando alla volontà di narrare si unisce la voglia di ascoltare, raccontare e abitare i luoghi. E nel far ciò già li si trasforma riempiendoli col il proprio, instillando significati lì dove significati normalmente non se ne vedono.

F052mag aspetta le novità della terza edizione di Amabili Confini 2018 e a Natale suggerisce di leggere I racconti dei quartieri, magari sorseggiando un caldo vin brulé sotto l’albero!

Author

Perfetto in niente, capace di tutto. Sambuca: con la mosca.