Fresnadillo designato per il reboot de “Il corvo”

Dopo essersi fatto notare con l’interessante “Intacto” (2002) e aver accolto la proposta di Danny Boyle a dirigere “28 settimane dopo” (sequel all’altezza di “28 giorni dopo”), Juan Carlos Fresnadillo è il regista individuato per il reboot de “Il corvo”, la pellicola cult diretta nel ’94 da Alex Proyas, con un Brandon Lee diventato leggenda per aver misteriosamente perso la vita sul set. In gergo di fiction, il “reboot” è un film realizzato ad-hoc per tentare di ridare linfa a saghe o personaggi assopiti. Non che ce ne fosse bisogno, chiariamo, ma forse è più per una questione di giustizia cinematografica: al film di Proyas, ben fatto, affascinante e con una colonna sonora da brivido, sono stati affiancati tre seguiti desolanti e, va detto, a tratti veramente offensivi. Da Fresnadillo, almeno, c’è da attendersi di più. Eric Draven, ucciso da una banda di criminali e poi tornato dal mondo dei morti per affrontarli, ritorna quindi sugli schermi. Il regista collaborerà con un nuovo sceneggiatore, dopo che una prima stesura della sceneggiatura era stata scritta da Nick Cave. Le riprese dovrebbero iniziare in autunno.

Author

<p>La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.</p>