Gli ottant’anni di Giuseppe Ferrara

Il maestro Giuseppe Ferrara ha compiuto 80 anni. L’autore, regista delle famose pellicole “contro-corrente” ed indipendenti: “Il sasso in bocca”, “Cento giorni a Palermo”, “Il caso Moro”, “I banchieri di Dio” e di oltre 100 documentari, ha festeggiato il compleanno domenica scorsa, 15 luglio, giorno della sua nascita, alla Casa del Cinema di Roma.

Ferrara è stato raggiunto da tanti amici e parenti, circa un’ottantina in tutto, che hanno brindato con il cineasta ottantenne che era in forma smagliante e sempre sorridente. Hanno preso parte al festeggiamento tanti attori, registi e tecnici del cinema italiano che hanno vissuto con lui momenti salienti ed indimenticabili della sua carrieri. Sono stati accanto a Beppe (come lo chiamano da sempre gli amici): il maestro regista Ettore Scola, alcuni degli attori ed attrici diretti dal maestro Ferrara come Omero Antonutti, Alessandra Bellini, Elvira Giannini, Maria Rosaria Omaggio, Isabel Russinova, Mattia Sbragia. E’ stata presente anche la signora Anna Procaccini, che ha portato a Ferrara i saluti cari e gli affettuosi auguri del consorte, il grande Arnoldo Foà.

Seppur non presenti, per motivi soprattutto professionali, sono giunti gli auguri e gli attestati di stima da parte del maestro regista Carlo Lizzani ed ancora di Alessandro Gassman, Massimo Ghini, Michele Placido, Gianmarco Tognazzi, Pamela Villoresi, Laura Delli Colli, Fabrizio Corallo. Tanti altri tra critici cinematografici, montatori, direttori della fotografia, documentaristi, tecnici del mondo del Cinema italiano ed anche Gaetano Ferrara, compositore ed unico figlio di Beppe.

A fare gli onori di casa è stata Caterina D’Amico, direttrice della Casa del Cinema, la quale ha predisposto, per l’occasione, anche la proiezione aperta al pubblico di due opere filmiche di cui è autore Ferrara: “Donne di mafia”, miniserie tv del 2001 ed il film “Guido che sfidò le Brigate rosse” del 2007.

 

Ferrara, che è apparso molto felice e ripetutamente commosso, ha anche annunciato i suoi prossimi impegni professionali e personali che, anche ad 80 anni, lo fanno essere sempre vitale ed ardito in campo culturale e cinematografico. Il maestro sta lavorando al montaggio di un documentario che celebra l’anima lirica e carnale del Sud Italia e della mediterraneità e, da più di un anno, alla realizzazione di un film sulle ultime ore di vita dell’icona cinematografica di ogni tempo, Marilyn Monroe.

Ad ottobre prossimo, sempre alla Casa del Cinema di Roma, sarà presentato al pubblico un libro, a cura di Mariangela Petruzzelli, sui primi 80 anni di vita di Ferrara che, per l’occasione, terrà anche una lezione di cinema d’autore.

Author

<p>La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.</p>