I settant’anni di Bernardo Bertolucci

 

Nato sotto i bombardamenti della seconda guerra mondiale, figlio del poeta Attilio e di Ninetta Giovanardi, il regista parmigiano è uno dei cineasti italiani più apprezzati in ambito internazionale.

Compie settant’anni il sognatore per antonomasia del cinema italiano, un cineasta di nicchia nell’attitudine ma noto anche al meno cinefilo del grande pubblico indifferenziato. Buon compleanno a Bernardo Bertolucci, settant’anni il 16 marzo, che festeggia con la riedizione in HD di “Novecento”, tra i suoi capolavori, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. E dopo la malattia che lo ha afflitto in questi ultimi anni e un’astensione più o meno volontaria dagli schermi durata otto anni, da “The dreamers” a oggi, il Bernardo nazionale sta per tornare al lavoro per dedicarsi nientedimeno al riadattamento cinematografico di “Io e te”, l’ultimo romanzo di Niccolò Ammaniti, interamente ambientato in una stanza, dove il giovane protagonista si rifiuta per scappare dal mondo.

Bertolucci sta lavorando alla sceneggiatura insieme allo scrittore e a Umberto Contarello. Il film potrebbe essere prodotto addirittura in 3D.

Author

<p>La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.</p>