Il palco a pedali dei Têtes de Bois

 

Per la prima volta in assoluto l’energia elettrica che illuminerà il palco e lo farà suonare sarà generata da 128 spettatori volontari, che con le loro biciclette agganciate a uno speciale cavalletto collegato a una dinamo, pedaleranno per tutta la durata dello spettacolo. Semplicemente pedalando produrranno l’energia necessaria per sostenere l’intero spettacolo dal vivo, “Goodbike”, un viaggio nel mondo della bicicletta tra immagini, canzoni, racconti e versi.

Il Palco a pedali è un’idea di Andrea Satta dei Têtes de Bois, progettato da Gino Sebastianelli, prodotto dalla Just in Time di Mauro Diazzi, finanziato dall’Assessorato alle Infrastrutture Strategiche e Mobilità della Regione Puglia, che lo ha inserito nell’ambito del programma “Crea-Attiva-Mente” e delle azioni previste per la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, in collaborazione con il collettivo “Post_la  fabbrica della creatività” che ha disegnato una “città dei  pedali”, immagine delle politiche di sostenibilità del territorio.

Proprio nella settimana Europea della mobilità le prime due date di presentazione: giovedì 15 settembre, alla Banchina 10 del porto di Bari, nell’ambito dell’evento “Pugli(a)pedali energia, musica e creatività a ciclo continuo” e venerdì 16 settembre a Roma, in piazza dei Sanniti, in collaborazione con l’assessorato alla cultura della Provincia di Roma.

Agostino Ferrente – già premiato regista del docu-film, “L’Orchestra di piazza Vittorio”, e collaboratore a tutti gli effetti del “Palco a Pedali” – sta riprendendo tutte le fasi di realizzazione del progetto, sin dalla fase di ideazione, allo scopo di realizzarne un film. “Film a pedali”- questo il titolo dell’opera – è prodotto da una cordata di giovani produttori: Mangrovia, Fourlab e Dinamo Film, in collaborazione con la Trentino Film Commision.

Author

La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.