Il Re è morto, viva il Re!

Era dal 1995 che non usciva un disco di Gavin Friday. Il cantante irlandese, già leader dei seminali Virgin Prunes ritorna sul mercato con “Catholic”. Friday si presenta sulla inquietante copertina del Cd come un defunto regale o ancor meglio papale. Una sorta di ossimoro visivo tra il suo ritorno discografico e la sua dipartita definitiva. Spero un esorcismo per l’artista che ha attraversato momenti personali molto difficili nel periodo intercorso tra “Shag Tabacco” (suo penultimo album) e questo nuovissimo disco.

In questo periodo Friday non è comunque stato inattivo, anzi. Ha lavorato molto per il cinema, collaborando a diverse colonne sonore per i film: The boxer, Angel Baby, In America e In the name of the Father. Si è anche rivelato, come straordinario attore, nella parte dell’eccentrico musicista “on the road”, nel film Breakfast on Pluto di Neil Jordan. Uno dei più misconosciuti ma migliori film del regista irlandese ed in assoluto uno dei più significativi e poetici sul tema dell’omosessualità.

Gavin Friday mancava da 15 anni all’appuntamento con un nuovo disco Pop. Siamo felici di ritrovarlo con la sua splendida voce e confidiamo nelle sue composizioni, intense, eclettiche ed a volte irresistibilmente romantiche.

Nella sezione media pubblico un brano di Gavin Friday e Bono vox per la colonna sonora del film “In the name of father”. Non tutti i fan degli U2 credo sappiano che Bono ha mosso i primi passi nella musica, proprio nella band di Friday. 

Author

La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.