Internet, Napoli, pizza e…bufala!

Si parla di storia della pizza nell’ultimo spot dell’adsl di Telecom della serie che vede come testimonial Nicola Savino. Forse è anche per questo motivo che la bufala passa più inosservata. Ma non si tratta della celeberrima mozzarella che rende ancor più gustosa la pietanza partenopea per eccellenza, bensì di un’inesattezza visiva, per così dire, che non è sfuggita ad un’attenta, giovane storica dell’arte, Maria Grazia Di Pede, che ha subito girato la segnalazione alla nostra redazione. Mentre il conduttore televisivo narra di aver trovato in rete un interessantissimo video sulle origini della pizza in quel di Napoli e di essere rimasto rapito dalle vicende raccontate, tra le immagini che scorrono, quasi impercettibile, perché in una sequenza veloce, compare come fondale di una scena in esterni la chiesa di San Giovanni Battista di Matera. Ma come, Matera a Napoli? Tra l’altro a rendere ancor più difficoltoso il riconoscimento del gioiellino sacro del centro storico di Matera in quel contesto è il fatto che l’immagine dello stesso è stata “flippata”, come si dice in gergo tecnico, ovvero resa speculare rispetto a quella reale. La giovane Maria Grazia, però, ha l’occhio fino, da esperta d’arte e da materana attenta. Scherzi da computer grafica, in ogni caso, per uno spot che di Napoli vera, comunque, ha ben poco, essendo stato realizzato tra teatri di posa e ambienti virtuali in chroma key, ovvero con fondali aggiunti in post-produzione. San Giovanni, insomma, da Battista è diventato Decollato ed è volato da Matera a Napoli.

Author

<p>La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.</p>