La Basilicata come non l’avete mai vista

 

La promozione di un territorio attraverso le immagini può essere effettuata in modi e tempi completamente diversi da quelli a cui siamo abituati. La Basilicata, attraverso l’Apt locale, è stata la prima regione che ha creduto ad un format innovativo, “can’t forget it”: www.cantforget.it

Non c’è più spazio per stucchevoli video didattici o troupe costosissime. Sette artisti da tutto il mondo, sotto i 35 anni, armati di telecamere, hanno percorso in sette giorni i luoghi più significativi della regione, ed il risultato è in sette video che parlano della Basilicata attraverso i loro occhi, e le loro inclinazioni e sensibilità.

Sette video che emozionano e coinvolgono, raccontando in modo differente la stessa terra. Durano ciascuno fra i 2 e i 4 minuti, ed ognuno ha un diverso approccio, una diversa trama, un differente umore. Sono studiati per essere condivisi:  una fra le discriminanti nel bando che ha selezionato i sette artisti finali richiedeva il numero di amici su facebook, un requisito assolutamente coerente con lo spirito del progetto ma che non ci si aspetterebbe di trovare in un bando pubblico quale quello dell’Apt.

Tutti i video sono nella media gallery di questo articolo, in basso, e potete giudicare da soli quanto questo progetto sia riuscito: una vera ventata di novità nel panorama della comunicazione turistica ufficiale del nostro paese.

Un video introduttivo coagula in soli due minuti le esperienze dei sette giovani e l’idea progettuale.(video1)

L’olandese Caspar Diederick (video2) vi farà entrare nella sua quotidianità, con i suoi tentativi di integrazione, ora che ha scelto proprio la Basilicata come sua casa;

le delicate immagini della parigina Haleigh Walsworth (video3) raccontano di una natura vicina e autentica;

Con il sudafricano Mark Hofmeyr (video 4) sembrerà di girare in un carillon di un mondo fiabesco, viste le tecniche di ripresa “tilt-shift” e il volto sognante degli uomini ritratti;

Matthew Brown, (video 5) di Seattle ci rende partecipi di una lenta e coinvolgente scoperta, con riprese affascinanti, un montaggio molto ben calibrato e repentini cambi di ritmo;

Erika Kobren(video 6) di Washington, ha invece preferito una musica gentile, simulando un breve filmato domestico sulle ultime vacanze, con cento ricordi racchiusi in pochi minuti;

L’irlandese Christofer Tierney (video 7) utilizza con disinvoltura la tecnica del time lapse e crea un filmato simile ad un videoclip musicale.

Il materano Luca Acito (video8), da padrone di casa, ha ripercorso la regione in atmosfere e colori vintage.

I video sono utlizzabili liberamente da chiunque, segnalando la fonte, e il progetto potrebbe essere replicato in altre regioni italiane.

Si trattava di una scommessa: sperimentare nuovi approcci alla comunicazione e alla promozione di una regione, con video brevi, virali, ed originali.
E’stata vinta.

Author

La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.