La discografia mondiale di Lucio Battisti

 

 

Discografia mondiale di Lucio Battisti è un volume di grande formato edito da Coniglio editore. Diciamo subito che il “volumone” ambisce, almeno sulla carta, e mai termine fu più azzeccato, al gigantismo delle pubblicazioni della casa editrice Taschen che ultimamente si sta “divertendo” a editare libri di proporzioni imponenti e packaging eccezionali. Insomma, una sorta di ritorno o meglio un omaggio agli ingombranti libri degli amanuensi. Questa ipertrofia, spesso comporta un prezzo di copertina considerevole, in alcuni casi imbarazzante, nonostante sia noto che il catalogo della casa editrice tedesca abbia invece una politica dei prezzi piuttosto economica. Quindi, si direbbe che quasi a contrasto, pubblica libri a tiratura limitata per collezionisti quanto meno benestanti. Ma torniamo al libro della Coniglio, che, nonostante le aspirazioni, tradisce le aspettative. Almeno dal punto vista formale. Grafica, impaginazione e lettering sono infatti modesti contrariamente agli impeccabili volumi Taschen. La grafica del libro mi ha ricordato la gloriosa rivista musicale degli anni settanta Ciao 2001 che nel layout non aveva il suo punto di forza. Non è un caso forse che la stessa Editrice Coniglio abbia pubblicato un altro libro su Battisti che raccoglie proprio una rara intervista rilasciata a quel giornale musicale nel 1974. Ma, tralascerei questi miei sconfinamenti. Altra nota dolente della pubblicazione in questione è il prezzo. Un libro può costare tanto però, al di la della veste editoriale, anche per il contenuto e per la ricerca che lo ha determinato. In tal senso, si deve riconoscere che il lavoro certosino svolto da Michele Neri per ricostruire il complesso percorso discografico del cantautore reatino è ammirevole e puntuale, anche troppo. In oltre 600 pagine, l’autore del libro ci presenta tutta la discografia mondiale di Battisti suddivisa cronologicamente e illustrata da più di 4000 immagini a colori e corredata da testi più o meno dettagliati su tutte le session a cui ha partecipato l’artista. Per discografia mondiale si intendono tutti i dischi pubblicati all’estero dal Nostro ma anche tutti gli artisti stranieri che si sono cimentati con il repertorio di Battisti. Scopriamo cosi’ che il brano “il paradiso della vita” resa celebre in Italia da Patty Pravo, nella versione in inglese, cantata dagli Amen Corner, con il titolo “If Paradise is half as nice” ha raggiunto il primo posto della classifica inglese ed è una delle canzoni che ha avuto più riprese nel mondo da parte di numerosi artisti.
Una miniera di informazioni e una maniacale ricerca fotografica quindi, che soddisfa senza ombra di dubbio gli autentici fans di Battisti, nella lista dei quali, mi inserisco senza indugio. Si ripercorre pertanto tutta la carriere del geniale musicista, dai suoi esordi con il gruppo dei Campioni sino all’ultimo, enigmatico album con Pasquale Panella. Quell’Hegel che ha in copertina una misteriosa E al posto di una H. Ampiamente documentata anche tutta la discografia delle band o solisti che Battisti produsse o per i quali scrisse canzoni, solitamente suonando anche con loro durante le registrazioni. Tra i tanti, Mina, l’ Equipe 84, Bruno Lauzi, Dik Dik , La Formula 3, Adriano Pappalardo ma anche nomi meno noti come La ragazza 77, i Flora fauna e cemento e Sara. Vasta, anche se un po’ disordinata, l’aneddotica. E’ emozionante leggere che David Bowie considera Lucio Battisti e Lou Reed i più grandi cantanti del mondo. E’ curioso scoprire che dopo la rottura artistica con Mogol il più accreditato successore a scrivere i testi per Battisti fosse Francesco De Gregori. Si ipotizza anche la volontà dello schivo artista di ritornare sulla scena e rendersi nuovamente visibile. Ma sono solo suggestioni di scenari possibili e non più verificabili e per questo quasi commoventi. In conclusione, e mi ricollego alle prime considerazioni di questa nota, Discografia mondiale è un libro forse ingiustificatamente troppo esoso ma che non mancherà di soddisfare alcune curiosità ed il feticismo dei tanti ammiratori di Lucio.

Author

<p>La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.</p>