L’esercito di schiavi è il nuovo clip degli Uno Non Basta

Tornano gli Uno Non Basta con un nuovo singolo.

Arriva dopo “Per due” e “Passi da gigante”, si chiama “L’esercito di schiavi” ed è sempre tratto dall’interessantissimo debut-album “Narciso dilaga”, uno dei pochi episodi degni di nota della trascorsa annata indipendent-emergente.

E gli UNB, ormai, ci hanno abituati a rilasciare contestualmente brano e video e così è anche in questo caso e chi scrive ha il piacere vero di annunciare che il trio electro-rock ha scelto F052 per l’anteprima, che giunge in un periodo particolare: alla chiusura di una campagna elettorale mai così anomala, fatta di politica e antipolitica, più di pulsioni (d’ogni tipo) che di passione (com’era e come dovrebbe essere e non è)

E infatti, dopo la violenza sulle donne e le divagazioni più pop dei primi due clip, è proprio la “cosa pubblica” il tema del testo e, conseguentemente, del video che però, a sorpresa, questa volta è una sorta di cartoon dal sapore vagamente “burtoniano”, con uno spirito dark che ben si presta alle atmosfere cupe spesso raccontate dagli Uno.

Il cane stilizzato del logo della band si anima e diventa famelico, l’emblema degli “indignati”, o forse sarebbe il caso di dire degli “incazzati”, talmente tale da non distinguere né più colori né più posizioni della politica ma solo la necessità di spezzare il circolo vizioso del potere, alimentato – appunto – da un “esercito di schiavi” cui si va a contrapporre un branco di cani.

E il cane, certo, è il miglior amico dell’uomo, ma non dell’uomo corrotto.

Un concetto che, alla vigilia dell’apertura delle urne, questa sottigliezza ha un senso in più.

Guardare per credere.

Video-credits:

“L’Esercito Di Schiavi”

tratto dal disco degli Uno Non Basta “Narciso Dilaga”.

Diretto da Pask D’Amico. DischiOvale e Klesha Lab Production in collaborazione con Ego 55 di Nicola Petrillo e Gianni Andrulli.

 

UnoNonBio:

Uno Non Basta è una band con base a Roma, composta da Antonio Marcucci (voce, chitarra e programmazioni), Nico Di Marzio (batteria) e Domenico Ragone (basso), fondata nel 2010.
Antonio cucina canzoni al computer con synth e vocoder nella solitudine di una piccola stanza, poi decide che uno non basta, chiama due amici e sostituisce le tracce dei beats elettronici con il sound di strumenti animati. Antonio imbraccia la chitarra e prepara le sequenze, affida il drum&bass a Nico e Domenico, e capisce che aveva ragione.  Uno Non Basta diventa la coscienza della propria unicità e della propria irripetibile specificità nella solitudine della moltitudine.  Narciso Dilaga (Dischi Ovale/Audioglobe – 2012) è la sintesi di un anno di lavoro insieme, convinti di non bastare a se stessi.

Author

La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.