Lorde ovvero la Venuta dell’Anticyrus

Premessa: in questo articolo non si parlerà di donne particolarmente sporche che provano un astio profondo verso l’igiene personale -le Lorde appunto- ma di una giovane cantante neozelandese, che non ha manco vent’anni e il cui nome d’arte è “Lorde”.

Ovviamente, io, Tersite, non ero assolutamente a conoscenza di questa Lorde, al secolo Ella Marija Lani Yelich-O’Connor.

Ho scoperto questo nome per puro caso, guardando la diciottesima stagione di South Park, iniziata peraltro da pochissimo.

Si fa una parodia in cui il papà di Stan, che è il ragazzetto col cappellino blu, in realtà è Lorde e, nonostante la parodia la cantante neozelandese non esce male, almeno sul piano dell’immagine.

In tutta sincerità a me di Lorde interessa assai poco. Naturalmente, per scrivere qualcosa e per capire più o meno lo stile di questa cantante, mi sono messo ad ascoltare quello che fa, chiedendo prima il perdono di Tom Araya degli Slayer.

Mo, voglio dire… non è che Lorde mi abbia fatto impazzire, anzi… Ecco, non sarò cattivo e mi limito a dire che Lorde non è Björk.

In questo trafiletto, tuttavia, non mi voglio soffermare sulla musica che viene proposta, ma sullo stile.

Lorde è sobria, non ci sono culi, danze falliche e blow-job culture (neologismo mio). Lorde non è Miley Cyrus e quindi, zero lingue da fuori, zero messaggi pseudo-illuminati e assolutamente nulla che possa dare adito alle solite speculazioni tipo “maronn’, ‘o diavolo!”.

“Misura”, questa è la parola che mi viene in mente osservando le immagini della Cyrus e quelle di Lorde. Questione di marketing? Ben venga, se è così. Cioè: se già la musica è cacca, che almeno si controbilanci con l’immagine artistica.

Mi rifiuto di credere che tutti i ragazzini di questa tristissima parte del mondo chiamata Occidente siano dei deficienti senza capacità di discernimento. Non ci credo.

Credo invece che, a livello macro, basti veramente poco per attuare dei cambiamenti -odio questo aggettivo, ma non ne trovo altri- virtuosi.

In ogni caso, Micachu, con l’intercessione di San Thom Yorke da Wellingborough, aiutaci tu.

Alla prossima.

Author

La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.