Milano Arch Week 2017

Si chiama Milano Arch Week la settimana di eventi dedicati all’architettura che si tiene dal 12 al 18 giugno 2017 nel capoluogo lombardo.
Nata dalla collaborazione della triade Comune, Triennale e Politecnico di Milano e sotto la direzione artistica di Stefano Boeri la MAW anima la città con appuntamenti diffusi, open lecture, incontri, visite guidate e performance.

Appuntamenti per un’intera settimana

Verde e trasformazioni urbane, periferie, recupero degli spazi e degli edifici esistenti, ricostruzione del Centro Italia, sono solo alcuni dei temi al centro degli incontri in programma e di dibattito internazionale sulle città contemporanee e del futuro.

La kermesse ha il proprio fulcro presso La Triennale e al Teatro Burri di Parco Sempione, ma non mancano interessanti appuntamenti nel Patio della Scuola di Architettura del Politecnico di Milano ed eventi partner disseminati in tutta la città.

Il ricco calendario prevede incontri con i grandi protagonisti della scena internazionale come Peter Eisenman, Massimiliano Fuksas, i catalani RCR , vincitori del Premio Pritzker 2017, Elisabeth Diller e molti altri ancora. Tra gli architetti italiani ci sono Cino Zucchi, Alessandro Mendini, Benedetta Tagliabue, Michele De Lucchi, Italo Rota, Carlo Ratti, Patricia Urquiola, solo per citarne alcuni.

Milano gallaratese_
MILANO_
MILANO_1
MILANO_dallalto
MILANO_pirellone

Milano e l’architettura

La Milano Arch Week è anche l’occasione per visitare alcune delle più belle architetture della città e di entrare nel dietro le quinte di alcuni dei progetti più interessanti di riqualificazione urbana, accompagnati da guide d’eccezione come Zucchi, Boeri, De Giorgi, Albini, Mendini.

Tra le tappe previste le Case Museo dei grandi che hanno fatto la storia del design italiano come Albini, Castiglioni e Magistretti, ma anche Villa Necchi Campiglio e il Museo Poldi Pezzoli.

In scooter per Milano

Tra le iniziative in calendario sono previsti anche tour in scooter, VespArch, organizzati dall’Ordine degli Architetti di Milano nelle periferie milanesi, nelle zone riqualificate e trasformate in nuovi luoghi della cultura e vecchi scali merci ormai dismessi.
Inoltre, durante la rassegna si affronta anche il rapporto dell’architettura con la natura, l’arte, la musica, la fotografia, il cinema, il teatro e il concetto di progettualità in senso trasversale.

Non solo architettura

Olivero Toscani, Antonio Ottomanelli e Amos Gitai, raccontano la loro esperienza e il loro pensiero sui temi della fotografia e del cinema in rapporto all’architettura, ma anche ospiti come il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso, il progettista israeliano Eyal Weizman e Deproducers raccontano la relazione che intercorre tra l’architettura e la loro disciplina.

Non mancano nemmeno occasioni di musica con serate e concerti in attesa del gran finale domenica 18 giugno con la visita in anteprima alla nuova Palazzina delle piscine e l’ArchiBrunch presso i Bagni Misteriosi dell’ex Piscina Caimi.

 

Autore: Veronica Volta.