Occhio alla Banda Fratelli!

 

“In una casa grande come un comò non ho bisogno di correre. C’è poco spazio però è molto di più di quel che serve a me. In una casa grande come un comò è impossibile perdersi”.

Questo è il testo del refrain di “In un comò”, seconda delle undici tracce di “Buongiorno, disse il metronotte” (Controrecords), primo disco, dopo un ep dello scorso anno, della Banda Fratelli. E qualcuno a questo punto si chiederà: “ma chi sono questi? La versione parrocchiale della Banda Bassotti?”. No. Battute a parte, questa è una band giovane ma che ha una storia notevole, certamente underground, ma fatta di collaborazioni, soprattutto live, con Africa Unite, Giuliano Palma & the Bluebeaters, Perturbazione o Il Pan del Diavolo, solo per dirne alcuni.

Fatte le veloci presentazioni, torniamo al refrain. Oltre a connotare una canzone veramente accattivante, perché ben congegnata, spiritosa e azzeccata (ovvero il classico singolo, diciamo così), questo diventa il sunto dell’intero disco, un mix di influenze cantautorali tutte italiane e soprattutto vintage, leggasi Buscaglione, Carosone e anche il Gaber meno politico. Il risultato è un alternative-swing, neologismo coniato ad-hoc dal sottoscritto durante l’ascolto del disco, che mostra un’attitudine rock sicuramente indipendente ma resa in acustico (formazione trio con Andrea Bertolotti alla chitarra e voce principale; Matteo Bonavia al basso e Carlo Banchio al cajon, cui si aggiunge Enrico Gallo alle tastiere in studio e in tour), con un risultato originale anche nei testi, sicuramente calati nel contemporaneo, ma con un occhio surreale e al tempo stesso disilluso che emerge innanzitutto anche dallo stile “distaccato” dei cantati.

A Cuneo, da dove provengono, non ci sono solo i Marlene Kuntz, insomma, ed è piacevolissimo scoprirlo. Ma fa piacere soprattutto scoprire che in Italia l’underground è ricchissimo ed è capace di serbare in sé “perline” veramente brillanti come questa.

Da recuperare.

Sito web ufficiale della band (o della banda): http://www.bandafratelli.it/

Author

La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.