PUNK ATTACK

 

Ogni fenomeno musicale ha la sua estetica. Quella del Punk è senza dubbio tra le più incisive e riconoscibili. Someday all the adults will die! è il titolo di una grande mostra dedicata all’arte Punk curata da Jon Savage e Johan Kugleberg. Gli stessi autori hanno contestualmente realizzato un libro di accompagnamento Punk:  An Aesthetic, pubblicato da Rizzoli. Nel corposo volume una collezione di immagini imperdibili. Copertine, Manifesti, Flyer, rare fotografie, fanzine e altre pubblicazioni indipendenti. Con il Punk scoppia dal punto di vista grafico la “Xerox culture” (noi italiani abbiamo avuto Ranxerox). Ampio utilizzo quindi di economiche immagini fotocopiate, sulle quali si interveniva con colore e lettering. Un sorta di lato B (per restare in clima discografico)  più disordinato ed anarchico della Pop Art. Le massime icone del nostro immaginario, da Elvis a Bambi, vennero trasfigurate con spirito iconoclasta. Non durò molto, come è noto, ma la scena Punk continua a influenzare anche dal punto di vista dell’immagine molti ambiti culturali. Saprete resistere a 352 pagine di Punk senza infilarvi una spilla da balia in una guancia?

Author

La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.