RED al cinema

Esce nelle sale il film “RED”, tratto dalla graphic novel omonima scritta da Warren Ellis e disegnata da Cully Hamner e pubblicata dal colosso Dc. (non è la Democrazia Cristiana)

Warren Ellis è uno dei più prolifici e visionari autori di fumetti in circolazione. Fa parte di quella grande famiglia di “transfughi” inglesi che hanno rinvigorito il fumetto americano dei super eroi e dintorni dall’inizio degli anni ’80. La Trinità di questa British invasion del fumetto è costituita da Alan Moore, Grant Morrison e Neil Gaiman ma è necessario citare anche Jamie Delano e Peter Milligan.

Il cast del film è imponente: Bruce Willis, Morgan Freeman, John Malkovich e la grande Helen Mirrel. La regia di un tale Robert Schwentke. Non mi sono chiesto chi sia e vi prego non me lo chiedete. Il film racconta una storia di spionaggio, (come The Losers, altro film, uscito pochi mesi fa, tratto da un fumetto DC) probabilmente in una versione edulcorata rispetto alle storie piuttosto dure dell’autore inglese. Fenomeno che si ripete puntualmente per accontentare un pubblico quanto più vasto possibile. Fa eccezione Sin city di Rodriguez, tratto dal fumetto di Frank Miller, in cui, la violenza, viene invece rappresentata con grande fedeltà rispetto alla versione stampata.

Insomma se avete voglia di vedere un film-fumetto e siete stanchi di personaggi con troppi poteri e relativi effetti speciali potete provare a guardare questo action-movie. Io, da parte mia, posso solo assicurarvi che Warren Ellis è un grande scrittore di fumetti fanta-noir.

Sul destino dei suoi eroi al cinema, invece, non posso esservi di aiuto. Neanche nei prossimi giorni.

 A pensarci bene, forse, è meglio andare in fumetteria che al cinema.

 

Author

La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.