Sangue e bumba

Nell’America del proibizionismo, bande di Gangsters si scontrano furiosamente contro gang di vampiri. Aggiungeteci poliziotti corrotti e sadici, alieni innamorati e super armati pervenuti da una vicina galassia e una intraprendente reporter e avrete Turf, la miniserie a fumetti in 5 numeri scritta da Jonathan Ross.
Ross è una grande personalità del mondo della televisione britannica, oltre ad essere uno dei più grandi collezionisti di memorabilia cinematografici e fumettistici. La sua passione per il cinema di genere è testimoniata nel suo godibile libro “L’incredibile storia del cinema-spazzatura” pubblicata in Italia da Ubu Libri ma si diffonde anche nel suo esordio come autore nel mondo del fumetto.
Intanto Turf è per l’appunto un puzzle di generi e poi è ricco di citazioni cinematografiche con una attenzione benevola al cinema italiano. Non a caso il temibile capo di una cosca mafiosa si chiama Don Mario Bava e l’intera opera è dedicata a Ennio Morricone.
Si potrebbe pensare che da questo guazzabuglio di personaggi ne sia venuta fuori un’opera confusa invece Ross riesce a tenere coesa la storia e a renderla credibile e divertente. Contrariamente ai fumetti di azione americani, Turf è ricca di dialoghi e richiede
una immersione e attenzione abbastanza intensa da parte del lettore.
Determinanti alla riuscita del fumetto le superbe illustrazioni di Tommy Lee Edwards. La coppia è già al lavoro su “Golden age” storia di super eroi in pensione. Un nuovo ambizioso progetto che ancora prima di uscire è stato opzionato per un adattamento cinematografico e per il quale si fanno i nomi di Clint Eastwood e Jack Nicholson.
Il mondo del fumetto si è arricchito di un nuovo strepitoso autore.
Turf è pubblicato in America dalla Image e in Italia dalla Panini.

Author

<p>La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.</p>