Su i.Tunes l’esordio di Dola J. Chaplin

Prodotto da Protosound Polyproject, firmato dalla Volume! Records e Cramps Music, distribuito dalla Edel esce “To the tremendous road” il disco d’esordio di Dola J. Chaplin.

Un lavoro promosso e celebrato dalla critica e dal pubblico sin dalle prime battute, numerose pubblicazioni, interviste, anteprime video e ottime recensioni.

Primo video teaser “Nothing To Say” – brano registrato live in una vecchia cucina, tra le rovine di un antico borgo lontano dal tempo.

A seguire una release non ufficiale del singolo radiofonico “What i care”, brano già colonna sonora del lungometraggio di Enrico Bernard dal titolo “The Last Capitalist” – tratto dalla sua commedia “Holy Money” con Martin Kushner, Ava Mihaljevic e Andre Vanmarteen.

Oggi il disco: disponibile su i.Tunes e a breve in tutti i negozi di dischi, 11 tracce, 11 racconti di viaggio e di spiritualità, intima evasione alla ricerca delle origini attraverso un linguaggio musicale che trova ispirazioni dalle più recenti scuole di singe songwriters, folk, blues, dall’America alla nostra Italia.

 

Il viaggio. Un tema caro a Dola J. Chaplin che sceglie in arte un nome ricco di immagini e di storia. Un esordio di grande qualità tecnica e artistica.
Un disco dai sapori intimi e crudi, aspri e taglienti che a tratti lasciano commuovere ma che vogliono sottolineare l’assoluto bisogno di emozioni e di semplicità, caratteristiche che oggi sono ormai quasi fuori moda.
Da un passato di chitarrista e bassista punk (con un disco molto programmato da alcune tra le più famose radio californiane tra cui la famosa Radio Rancid di Tim Armstrong e Lars Frederiksen) ad oggi nei panni di un artista bohemien, chitarrista, autore, poeta esteta in continuo divenire vivendo a pieno le più randagie emozioni dell’essere: go wild!

Author

<p>La redazione di F052 | Codici Culturali una risorsa per esplorare nuovi mo(n)di dedicati alla Cultura e alle Arti.</p>